mercoledì 17 marzo 2010

Tempo feroce, tempo vorace.


Sono fermo da giorni sulla sesta puntata della quinta serie di Lost, col risultato che ormai ho ottenuto una capacità di ignorare gli spoiler che la insegnano ai corsi di Bene Gesserit. Ho inoltre altri due volumi di Corto Maltese da finire, un paio di serie di anime ancora da iniziare, e l'ultimo Prince of Persia attende da una settimana e oltre di essere installato.
E questo solo per citare cose che mi hanno prestato e che prima o poi dovrò restituire.

Inizialmente imputavo questa totale mancanza di tempo agli impegni della giornata. Troppe cose da fare, troppe incombenze, troppi imprevisti, troppa gente tra i piedi, la spesa, i bollettini, la burocrazia, la mente pensante di Godam.

Balle.

Sebbene le attività diurne della giornata media di un maschio adulto allo stato brado siano un mucchio, ritengo che gran parte della colpa sia della mia incapacità di organizzarle. Sono certo che se operassi un criterio più ragionato nel gestirmi la mia giornata avrei tempo forse non di fare tutto, ma sicuramente più di quanto faccia ora.
Dovrei mettermi di impegno e cambiare mentalità, essere un po' più preciso e meno dispersivo. E giuro che lo farei, solo che non ne ho mai il tempo.

Peccato che la giornata duri così poco.


Ah, sì, il titolo del post l'ho spudoratamente rubato a Branduardi. Non è che ho tutto questo tempo per pensarne di originali.

8 commenti:

  1. E molta di quella roba è mia!!! :P

    RispondiElimina
  2. Giovà, dovresti essere contento che grazie alla tua roba il popolo dei fiocchi di polvere ha ora una cultura.

    RispondiElimina
  3. Il che la dice lunga sul tempo libero di Giovanni :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao Federico,
    dal tuo autoritratto e dal fatto che sono arrivato qui dal blog di Mauro deduco che tu sia il Federico presente alla piacevole cena di ieri sera. Sono contento che tu abbia aperto un blog: da quel che vedo, molte altre bellezze attendono il tuo pubblico.

    RispondiElimina
  5. È l'inizio della fine. Alla fine c'è l'inizio. Si inizia e si finisce. All'inizio era solo la fine, ma adesso... Adesso ti toccherà postare MWAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAH!

    RispondiElimina
  6. @ Giovanni et Raffo et Mauro: In effetti Giovanni è il pusher da cui mi rifornisco di più, fa buoni prezzi e la roba la testa prima. Eppoi fa anche un servizio ai fiocchi di polvere.

    @ Paolo: Sono proprio io, ho il naso d'ordinanza. Sono molto contento che ciò che ho iniziato a spargere ti piaccia, torna quando vuoi, ché qua il disordine aumenterà a dismisura!

    @ Werther: Dannazione, SAPEVO che c'era qualcosa di cui non avevo tenuto conto! Oh beh, tutto sommato poco male, tanto nel 2012 finisce il mondo, devo solo resistere altri due anni!

    RispondiElimina
  7. Bella la frase e bello il disegno! Complimentoni per la nuova blog-avventura.
    Attendo con ansia il capolavoro del guerriero-aquila ( :D :D :D )

    RispondiElimina
  8. Grazie alquanto e non temere, l'aquila è dietro l'angolo!

    RispondiElimina